WebMail

01 Marzo 2021 - 05:52

home cronaca sport sport g. giornali economia cultura messaggi links
Google
SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO
Questa mattina alle ore 10:00, presso la Scuola Primaria di Via Guidi a Montecchio, si è tenuta la seconda manifestazione del Progetto The Economy of the Earths , il mio territorio: oggi, ieri e domani della Rete PR.O.FOR costituita, sin dallo scorso anno, dagli Istituti Comprensivi dell’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo.

Il momento di festa non è altro che la conclusione di un percorso di lavoro annuale, è la realizzazione pratica di un progetto in rete proposto dalla Regione Marche che vede coinvolti gli Istituti Comprensivi Giovanni Paolo II di Montecchio, quello di Pian del Bruscolo e l’Istituto Giovanni Pascoli di Montelabbate.
Il tema centrale del Progetto è la Biodiversità nelle sue svariate forme, che vanno dalla salvaguardia dell’agricoltura, al mantenimento del paesaggio e delle opere d’arte, delle tradizioni e della cultura del nostro territorio, tutto ciò che,insomma, viene chiamato Green Economy.
Il progetto è stato suddiviso in 3 tematiche fondamentali: 1)Eco….muoviamoci (Pian del Bruscolo, già effettuato sabato 4 giugno); 2)Siamo quello che mangiamo (Scuola primaria di Via Guidi, oggi), 3)Natura e cultura( Scuola secondaria di Montelabbate, domani) , affrontate in modo differenziato dai diversi ordini di scuole.
Gli alunni hanno partecipato con entusiasmo alle attività e prodotto materiali esposti nelle varie mostre allestite nelle rispettive scuole.
Gli Istituti interessati hanno accolto la proposta della Regione Marche, poiché hanno ritenuto validi gli obiettivi ad esso connessi: favorire interventi che integrano ed arricchiscono quanto già offerto dalla didattica curricolare nell’ottica globale della Green Economy. Con queste finalità si possono promuovere comportamenti ed atti volti non solo al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia della biodiversità come valore biologico, naturalistico, storico-culturale, paesaggistico ed economico, ma anche ad agire attivamente e positivamente nella propria comunità di appartenenza.
Dopo l'intervento del Dirigente Scolastico, Prof.ssa Marta Mauri, gli alunni della scuola primaria cantando l’Inno di Mameli, Pappa col pomodoro, Aggiungi un posto a tavola, utilizzando il flauto.

Gli alunni della scuola secondaria di Sant’Angelo in Lizzola, Isaia, Mirko e Michele, hanno recitato una divertente poesia del poeta pesarese Pasqualon L’acqua e il vein come testimonianza culturale e tradizionale del nostro passato.

Successivamente c’è stata la visita alla mostra, che resterà aperta dal 6 al 9 giugno dalle ore 11:00 alle ore 16:00, quindi una degustazione a base di pane e marmellata( fatta in casa con la frutta proveniente dal nostro territorio ) e di pane e olio extravergine (Oro dei colli) prodotto dall’Unione dei Comuni, che ha condiviso e collaborato alla realizzazione del progetto.

Vedi foto in Photo Album
 

Torna alla categoria "cronaca"

Siti Web personalizzati di Euweb.it